Chi non osa nulla, non speri in nulla

Friedrich von Schiller

Mezzi d'opera


Il decreto 15/2010 del 13/12/2010 "Riordino normativo. Norme per l'ammissione tecnica e per la circolazione dei mezzi d'opera" dell'Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF), riordina e pone chiarezza sul regime di circolazione e sui processi per far circolare i cosiddetti "Mezzi d'Opera".

Ai fini del rilascio dell’autorizzazione alla circolazione dei mezzi d’opera, la Direttiva dell’ANSF n. 1/dir/2010 stabilisce che RFI debba distinguere i mezzi d'opera che possono circolare come treno o in composizione a treno da quelli che possono circolare esclusivamente in regime di interruzione. A tal fine RFI, all’interno della Procedura Operativa Direzionale “RFI DPR PD IFS 006 A”, definisce i requisiti tecnici e il processo per il rilascio e il rinnovo delle autorizzazioni alla circolazione per i mezzi d'opera che debbono circolare in regime di interruzione.

Nel caso di circolazione di mezzi d’opera come treno o in composizione a treno, il riferimento normativo è il Decreto n. 15/2010 dell’ANSF, che definisce le norme che regolamentano il rilascio dell’ammissione tecnica.

Il rilascio dell’autorizzazione alla circolazione, come treno o in composizione al treno, del materiale rotabile è regolamentato dal decreto ANSF 1/2009.

ISARail, in veste di VIS scelto tra quelli riconosciuti dall'ANSF, svolge l’attività di valutazione e validazione dei mezzi d’opera, in conformità ai requisiti tecnici esplicitati nella normativa di riferimento.

Ad oggi ISARail è il primo VIS ad aver avviato il processo di librettazione come da Procedura Operativa Direzionale “RFI DPR PD IFS 006 A”.