Ogni abitudine rende la nostra mano
più ingegnosa e meno agile il nostro ingegno

Friedrich Nietzsche

ECM


La Direttiva Europea (UE) 2016/798 sulla sicurezza delle ferrovie, ha introdotto l’obbligo di individuare un soggetto chiamato a rispondere della manutenzione di ciascuno dei veicoli ferroviari iscritti nel registro di immatricolazione nazionale (RIN).

Tale soggetto, denominato ECM (Entity in Charge of Maintenance) o SRM (Soggetto Responsabile della Manutenzione), è chiamato ad assicurare che i veicoli di cui risponde siano in grado di circolare in condizioni di sicurezza mediante un sistema di manutenzione che ne garantisca il mantenimento in conformità ai piani di manutenzione autorizzati ed ai pertinenti requisiti previsti dalla normativa nazionale e dalle STI. Questi deve implementare un sistema di gestione della manutenzione in accordo al Regolamento Europeo (UE) 779/2019

Un certificato ECM attestante la conformità ai requisiti dell'allegato II Regolamento Europeo (UE) 779/2019 è obbligatorio per tutti gli incaricati della manutenzione di carri merci, oppure diversi da un'Impresa Ferroviaria o da un Gestore dell'Infrastruttura che effettuano la manutenzione dei veicoli esclusivamente ai fini delle proprie operazioni. È invece volontario nel campo di soggetto responsabile della manutenzione di veicoli diversi da quelli sui indicati.

La certificazione può essere rilasciata da un soggetto accreditato o riconosciuto dalle autorità nazionali preposte alla sicurezza delle ferrovie.

Nel caso in cui l’ECM affidi all’esterno parte delle attività manutentive (es. officine di manutenzione, aziende sub-contraenti, ecc.), è tenuto a rispondere della conformità del sistema attuato dai soggetti terzi, a meno che questi non abbiano conseguito, su base volontaria, la medesima certificazione.

Nel caso di veicoli ferroviari diversi dai carri merci, pur non sussistendo ancora l’obbligo di certificazione degli ECM, il suo conseguimento su base volontaria fornisce la presunzione di conformità rispetto ai requisiti relativi alla manutenzione previsti nell’ambito delle procedure per l’ottenimento del certificato/autorizzazione di sicurezza. Il conseguimento di una certificazione per il proprio sistema di gestione della manutenzione, dunque, agevola il processo per le Imprese Ferroviarie, iscritte nel RIN come ECM per i veicoli eserciti.